Economia dell’ambiente

Il progetto sostenibile

Oggi il risparmio delle risorse economiche, energetiche e ambientali rappresenta i driver per lo sviluppo immobiliare se interpretato come parte costituente del processo edilizio. Il concetto di sostenibilità è al centro della nostra concezione di architettura.
Il nostro progetto sostenibile:
– produce economia sana utilizzando tutte le opportunità e ottimizzando gli investimenti
– protegge l’ambiente riducendo al minimo l’impatto ambientale con un miglioramento del bilancio energetico
– si integra con il contesto contribuendo alla definizione estetica del paesaggio
– interpreta le esigenze e le potenzialità del committente realizzando su misura la sua soluzione progettuale.
– assolve alle sue funzioni durando nel tempo

Superbonus 110% 

Una grande opportunità

cos’è e come funziona

Il Superbonus,  previsto dal Decreto Rilancio, eleva al 110% l’aliquota di detrazione delle spese sostenute dal 1° luglio 2020 al 31 dicembre 2021, per specifici interventi in ambito di efficienza energetica, per gli interventi antisismici, per l’installazione di impianti fotovoltaici e delle infrastrutture per la ricarica di veicoli elettrici negli edifici.

Le nuove misure si sommano alle detrazioni previste per gli interventi di recupero del patrimonio edilizio, compresi quelli per la riduzione del rischio sismico e di riqualificazione energetica degli edifici.

Tra le novità introdotte, è previsto che, al posto della fruizione diretta della detrazione si possa optare per un contributo anticipato sotto forma di sconto dai fornitori dei beni o servizi o, in alternativa, per la cessione del credito corrispondente alla detrazione spettante.

Tetto verde

Estetica e efficenza energetica

Sopra a tutto una soluzione intelligente.

Il tetto verde è una soluzione intelligente e sostenibile, soprattutto se si pensa alla quantità di superficie (mediamente il 30%della superficie di una città moderna è costituito da tetti piani) che potrebbe diventare verde, contribuendo in modo determinate alla reintroduzione della natura, con tutti i benefici che ne deriverebbero, nelle nostre urbane.

Ma vediamoli questi benefici, su quali fattori incide l’utilizzo del tetto vere (e delle pareti verdi)

l verde pensile ha dimostrato di contribuire a sequestrare inquinanti diffusi nell’atmosfera urbana: la riduzione annua di PM10 varia da 0.4 a 9 g/mq, SO2 da 0.1 a 1 g/mq, NO2 da 0.4 a 3.7 g/mq, O3 da 1.3 a 7.1 q/mq. Il ricircolo d’aria che si innesca in seguito all’installazione di tetti verdi può ridurre l’inquinamento atmosferico a livello del suolo persino del 32% e la CO2 del 2%.

I sistemi di smaltimento delle acque sono stati progettati sulla base della situazione climatica del passato, quando la superficie urbana impermeabile era inferiore e le precipitazioni erano meno intense, capita spesso che non siano più sufficienti a smaltire i volumi causati dalle precipitazioni. Dal punto di vista della riduzione dei deflussi e del ripristino del ciclo dell’acqua, si può notare che dallo studio di 260 eventi di pioggia in regioni dal clima temperato caldo (come l’Italia) le coperture a verde pensile hanno trattenuto mediamente il 60% ±30% del volume d’acqua intercettato.

Nel contesto di un generalizzato innalzamento delle temperature, l’elevata capacità termica del cemento e degli asfalti, la forma stessa della città che ostacola la circolazione dell’aria e favorisce l’accumulo del calore del sole e di quello derivante dalle attività antropiche creano quella che viene definita “Isola di calore urbana”. Il tetto verde limita decisamente l’accumulo di energia termica delle superfici e produce un raffrescamento dell’aria fino ad arrivare al piano stradale; vari studi hanno misurato una diminuzione delle temperatura fino a 3° C al livello del suolo seguito all’installazione di verde pensile sui tetti circostanti.

Spazi prima inaccessibili diventano luoghi di ritrovo, fruibili dalle persone con un’elevato standard di vivibilità e di qualità estetica. Un nuovo ambiente privato o condiviso ma comunque separato dal piano stradale diventa un’occasione di svago e di relax inattesa e propone una fruizione del paesaggio inedita e sorprendente.

L’adozione di un tetto verde  può generare un risparmio fino al 70% su coperture non isolate e con un rapporto di forma che esalti le dispersioni dal tetto. Se combinato con altre metodologie di isolamento e circolazione dell’aria, l’effetto di questa soluzione combinato agli altri benefici può tradursi in un risparmio veramente determinante.

La normativa vigente sulla riqualificazione energetica prevede misure di incentivo fiscale in caso di interventi di miglioramento delle prestazioni energetiche delle unità immobiliari. Grazie ad una recentissima delibera del Ministero dell’Ambiente (delibera 1/2014) si riconosce ai sistemi a verde pensile la possibilità di usufruire di detrazioni fiscali della spesa sostenuta, in misura indicata dalla legge di stabilità.

Isolamento termico

Un capitale a disposizione di tutti

cos’è e come funziona

Per ridurre al minimo gli scambi di calore tra gli ambienti interni ed esterno, che si trovano a temperature differenti è necessario procedere all’isolamento termico dell’edificio. Una valutazione delle caratteristiche dell’edificio, della sua destinazione, della sua collocazione geografica, dell’orientamento e delle caratteristiche generali del contesto permetterà di scegliere la soluzione più efficiente tra le numerose disponibili.

Isolare in modo efficiente un’edificio si traduce immediatamente in comfort e risparmio energetico. La coibentazione permette di trattenere il calore all’interno dell’abitazione durante la stagione invernale, assicurando così un buon livello di benessere termico per le persone all’interno. Evitare inutili dispersioni di calore (l’ambiente più caldo cede naturalmente calore all’ambiente più freddo, cioè l’esterno), permette allo stesso tempo di utilizzare molta meno energia per raggiungere la temperatura desiderata.

Un capitale immediatamente disponibile per chiunque a fronte di un’investimento che, se realizzato ad opera d’arte, con competenza e capacità tecniche, può risultare sorprendentemente efficace.

Il beneficio per l’ambiente, derivante dal risparmio di risorse e dalla limitazione della produzione di inquinanti è notevole e se sommato ad altre pratiche sostenibili di bioedilizia rappresenta un ulteriore capitale derivante dall’investimento iniziale.